Cottura a bassa temperatura con slow-cooker: POLIPO E PATATE

cottura a bassa temperatura con slow cooker Mitofusina 2

Oggi in casa Porzio Perrero si cucina POLIPO CON PATATE. “Una ricetta semplice, che proviene dalla tradizione ligure, perfetta per la nostra slow cooker” (vedi La cottura a bassa temperatura con la pentola Slow-Cooker).

polipo-con-patate-ricetta-Mitofusina

Il polpo può essere fresco oppure congelato; se congelato, occorre lasciarlo scongelare completamente all’interno della pentola prima della cottura. “Non bisogna mai cuocere alimenti congelati, anche solo parzialmente, per problemi legati alla possibile proliferazione di batteri”.

La nostra cara Luisa ci dice quale procedimento bisogna eseguire per cucinare questa prelibatezza.

PROCEDIMENTO:

  • Pulire il polpo (togliere testa e tagliarla in due parti) e lavarlo. Spennellare la slow cooker con un filo di olio, disporre il polpo all’interno della pentola e aggiungere sale q.b. insieme a mezzo bicchiere di acqua. Cuocere per 4 ore su HIGH.
  • A parte, mettere a cuocere sul gas in acqua fredda a fuoco normale le patate pelate per 45 minuti. Scolarle, lasciarle raffreddare e tagliarle a tocchetti.
  • Terminata la cottura del polipo, estrarlo dalla pentola e buttare via il sugo.
  • Quando è tiepido, eliminare delicatamente le ventose e tagliarlo a pezzetti. Unire nella ciotola polpo e patate e poi condire con emulsione di olio, sale e limone spremuto e, volendo, anche un pizzico di prezzemolo tritato.
  • Se volete servirlo tiepido, potete riscaldarlo per qualche minuto nel microonde.

“La cottura lenta rende il polpo morbidissimo, senza eliminare alcun potere nutrizionale come, invece, avverrebbe con la bollitura”, sottolinea Luisa.

“Noi preferiamo la ricetta in cui si elimina il sughetto formatosi e con cottura a parte delle patate, in quanto è più digeribile e ha un gusto più delicato. Volendo, a preparazione ultimata, si può aggiungere uno spicchio di aglio a crudo”.

“Questa pietanza costituisce, inoltre, un piatto completo” (leggero e con pochi grassi), ottimo anche come piatto unico per le sue proprietà nutrizionali, che consigliamo vivamente a chi soffre di CMT2A e non solo.

Le patate, infatti, sono ricche di carboidrati complessi e di fibre, sono energetiche, nutrienti e molto sazianti. Hanno anche un buon contenuto di potassio, quindi adatte per la stagione calda in cui bisogna reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione.

Il polpo, invece, contiene proteine di elevato valore biologico, cioè ricche di tutti gli aminoacidi essenziali che il nostro corpo non può produrre da solo e deve quindi procurarsi attraverso il cibo; è ricco di sali minerali (potassio, fosforo e calcio), di vitamine A e B1; è ipocalorico (appena 57 calorie per 100 g).

Non ci resta dunque che augurarvi buon appetito!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Mailing List. Resta sempre aggiornato.