La CMT e i problemi di udito: uno studio interessante

malattia_ricerca_cmt

I deficit di elaborazione uditiva in persone con Charcot-Marie-Tooth (CMT) è un tema molto interessante che non è ancora stato ampiamente esplorato, nonostante problemi legati alla perdita nascosta dell’udito siano stati segnalati da diversi pazienti.

Psychoacoustics and neurophysiological auditory processing in patients with Charcot-Marie-Tooth disease types 1A and 2A

In questo studio coreano pubblicato sullo European Journal of Neurology si analizzano gli aspetti psicoacustici e neurofisiologici del trattamento uditivo in persone con CMT di tipo 1A (CMT1A) e di tipo 2A (CMT2A). 58 pazienti con una normale capacità di rilevamento del suono sono stati arruolati e attraverso uno studio si è constatato che, nonostante gli audiogrammi normali, tali persone avevano difficoltà a capire il discorso nel rumore.

L’elaborazione uditiva psicoacustica era un po’ diversa a seconda della fisiopatologia sottostante della malattia di CMT e per questo motivo è necessario considerare futuri metodi di riabilitazione uditiva basati sulla loro fisiopatologia.

Vi invitiamo a leggere lo studio e, se avete dei dubbi o delle esigenze di approfondimento, non esitate a scriverci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Mailing List. Resta sempre aggiornato.