MoNaLisa: il microscopio ad alta risoluzione per osservare i mitocondri come nessuno li ha visti mai

Ilaria Testa

MoNaLisa (Molecular Nanoscale Live imaging with Sectioning Ability) è un microscopio ad alta risoluzione inventato da Ilaria Testa, fisica italiana di origini genovesi, che lavora a Stoccolma nei laboratori di ScilifeLab (Science for Life Laboratory).

Tanto per intenderci Scilife è “uno dei più grandi laboratori di ricerca in biologia molecolare in Europa all’avanguardia nell’innovazione nella ricerca nelle scienze della vita, nella biologia computazionale, nella bioinformatica, nella formazione e servizi nelle bioscienze (fonte: Wikipedia). 

Ilaria Testa, che prima di arrivare a Stoccolma ha lavorato come ricercatrice in Germania nel laboratorio del premio Nobel per la chimica Steven Hell, ha rilasciato un’intervista al Sole 24 ore in cui racconta come e quando è nata l’idea di realizzare MoNaLisa e le sue future applicazioni.

MoNaLisa sarà utilizzato nel campo della neurobiologia e nello specifico in quello dei mitocondri, ai quali sono collegate molte delle mutazioni possedute da persone che soffrono di malattie neurodegenerative.

“Osserveremo la dinamica in un modo che nessuno ha mai visto prima”.

Questa è per noi una notizia di fondamentale importanza per la ricerca della cura della CMT2A che abbiamo voluto condividere con voi. Di seguito alleghiamo l’articolo del Sole 24 Ore con l’intervista ad Ilaria Testa che vi consigliamo vivamente di leggere.

Non esitate a contattarci per qualsiasi chiarimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Mailing List. Resta sempre aggiornato.