Osteoporosi, proteggi le tue ossa con la rucola

rucola-blog-osteoporosi

Se volete prevenire l’osteoporosi senza esagerare con i latticini portate in tavola la rucola. Il suo contenuto di calcio è straordinario: addirittura 160 mg in un etto, molto di più di quanto ne contenga la stessa quantità di latte vaccino. Inoltre la rucola è ricca di vitamina K, elemento fondamentale per l’assorbimento del calcio nelle ossa, ed è estremamente light. 

Dunque via libera al consumo di rucola e al suo pieno di calcio. Ma prima scopriamo qualcosa di più su questa erba tipica delle nostre terre mediterranee…

Forse non tutti sanno che esistono due qualità di rucola: quella selvatica, che cresce spontaneamente nei nostri campi, e quella coltivata, che di solito troviamo confezionata sui banconi dei nostri supermercati. Come si distinguono l’una dall’altra? La prima ha un sapore molto intenso, fiori gialli e foglie frastagliate; mentre la seconda ha un gusto meno pungente, i fiori sono bianchi e le foglie più regolari.

Inutile dire che è nella prima tipologia di rucola che si espletano al massimo tutte le proprietà che andremo a vedere.

La rucola è un alimento ipocalorico dal momento che 100 g contengono solo 20 calorie. Da un punto di vista nutrizionale, dunque, è particolarmente adatta a chi segue un regime dietetico, come i nostri pazienti affetti da CMT2A ma non solo (vedi Attenzione all’osteoporosi), perché assicura un giusto apporto di valori nutrizionali in termini di poche calorie.

Ha un effetto diuretico, in quanto ricca di potassio, ed è indicata per chi soffre di ipertensione. E’ inoltre ricca di altri sali minerali , oltre al calcio anche il ferro, e contiene vitamina A, importante antiossidante, e vitamina C, fondamentale per il sistema immunitario. 

Facilita la digestione perché induce la secrezione di succhi gastrici e stimola l’appetito, se assunta prima dei pasti. E’ ricca di fibre, quindi aiuta a controllare la stipsi, ed ha una proprietà carminativa: limita la formazione e il ristagno dei gas intestinali e quindi aiuta ad eliminare il gonfiore addominale.

E’ ricca di acido folico, perciò indicata per le donne in gravidanza (o semplicemente per chi soffre di una carenza) ed ha un effetto depurativo sul fegato.

La rucola dunque racchiude nelle sue foglie le caratteristiche di una vera e propria farmacia naturale. In quanto alimento light, si può consumare in grandi quantità, attenzione solo a non esagerare se si prendono farmaci anticoagulanti oppure se si soffre di tiroide, il consumo eccessivo potrebbe avere delle controindicazioni.

Non ci resta che augurarvi buon appetito mentre attendiamo i vostri consigli e le vostre ricette! Non esitate a scriverci…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Mailing List. Resta sempre aggiornato.